Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mapping the region. The scope of Southern Television’s identity during the emergence of ITV

digital Mapping the region. The scope of Southern Television’s identity during the emergence of ITV
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2013 - 1. Moving at different speeds. The commercialization of television systems in Europe and its consequences
titolo Mapping the region. The scope of Southern Television’s identity during the emergence of ITV
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2013
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

SUMMARY
Discussions of the emergence of ITV in the UK have largely focused on the national significance of commercial broadcasting. The regional franchise model of the ITV network – and its relation to identity – has been explored but the prevailing discourse has tended towards analysis of the national social and institutional context. However, one of the most interesting presumptions at the time of the 1954 Television Act (and, by association, subsequent historical accounts) is that the regional franchises had a pre-existing, homogenous identity. This article questions that presumption, using Southern Television as a case study. Through an analysis of selected documents from the company’s archive, including maps, marketing and memos, this article shows that Southern was engaged in a process of assessing, evaluating and characterising the South and South East region that it was bound to represent. This analysis reveals that the company were ultimately unable to reconcile the wide geographical area and diverse demographics of its region, and suggests that the company had to use other means to prove to the Independent Television Authority (ITA) that it was adhering to the regional agenda peculiar to the ITV network. As part of a larger extended study of Southern Television and it’s regional identity, this article establishes the local context of the company’s franchise within the national structures of the ITV network.

RIASSUNTO
Le discussioni sulla nascita di ITV in Gran Bretagna si sono in gran parte concentrate sul significato nazionale del broadcasting commerciale. Il modello di franchise regionale del network ITV – e la sua relazione con le varie identità – è stato esplorato, ma le analisi prevalenti si sono dedicate al contesto sociale e istituzionale nazionale. In ogni caso, una delle presupposizioni ai tempi del Television Act del 1954 (e, per associazione, dei resoconti storici seguenti) è che i franchise regionali avessero una pre-esistente identità omogenea. Il saggio mette in discussione questo assunto, usando come caso la Southern Television. Mediante un’analisi di documenti selezionati nell’archivio dell’impresa, tra cui mappe, documenti di marketing e annotazioni, il saggio mostra che la tv fu coinvolta in un processo di definizione, valutazione e caratterizzazione della regione del Sud e Sud-Est che doveva rappresentare. L’analisi svela che la televisione non è stata capace di conciliare l’estesa area geografica e i vari pubblici della sua regione, e suggerisce che dovette ricorrere ad altri mezzi per dimostrare alla Independent Television Authority (ITA) che stava comunque perseguendo l’agenda regionale tipica di ITV. Parte di uno studio più ampio sulla Southern Television e sulla sua identità regionale, il contributo fissa il contesto locale del franchise dell’azienda televisiva entro le strutture nazionali del network ITV.

News

13.07.2020
Riflessioni sul tempo, d'estate
Per questa pausa estivo vi proponiamo cinque saggi tra filosofia, spiritualità e psicanalisi per riflettere sul tema del tempo.
21.07.2020
Josef Pieper: il "Maestro" del papa
Ritratto del filosofo tedesco Josef Pieper, "maestro" di Benedetto XVI, divulgatore dei classici, profeta delle parole.
30.07.2020
Esquirol, il valore dell’ingenuità
Ritratto del filosofo catalano Josep Maria Esquirol, che ha risporsto al nostro questionario di Proust.
30.07.2020
Romano Guardini, il teologo che si oppose al nazismo
Teologo e filosofo, Romano Guardini è stato uno dei pochi intellettuali tedeschi a non genuflettersi alla tirannide hitleriana: le sue lezione e le sue prediche sono state nella Germania nazista seme di speranza e di pace.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane