Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ministero alla prova. Per una lettura sapienziale delle relazioni del prete

digital Ministero alla prova. Per una lettura sapienziale delle relazioni del prete
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2011 - 9
titolo Ministero alla prova. Per una lettura sapienziale delle relazioni del prete
autori
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2011
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il prete diocesano vive in un crocevia di numerose e forti tensioni provocate dagli aspetti ostili della cultura e dell’ambiente, dalla necessità di ridisegnare una propria identità come richiesto dai processi di adattamento dovuti alla scarsità del clero, dalle disparate richieste che gli vengono rivolte in relazione al proprio ruolo ecclesiale. Per queste ragioni gli Autori (don Enrico Parolari, psicoterapeuta dell’equipe psicologica del seminario di Milano, e don Donato Pavone, delegato per la formazione permanente del clero e consulente psicologico del seminario di Treviso), descrivono la condizione del prete come particolarmente ‘esposta’ e quindi bisognosa di cura formativa, soprattutto nel campo relazionale, ambito privilegiato nel quale oggi si gioca un ministero che voglia essere evangelicamente significativo. Le interazioni pastorali, infatti, innescano nella vita del presbitero dei profondi cambiamenti affettivi, che chiedono di essere da lui riconosciuti e interpretati, affinché lo stile e la qualità delle sue relazioni sappiano realmente tradurre quella ‘carità pastorale’ che rappresenta il suo modo tipico di ricevere e donare. Il saggio, che riprende alcuni ambiti di lavoro proposti nelle settimane residenziali di formazione che nell’arco di due anni hanno coinvolto tutti i preti della diocesi di Treviso, mostra come, a determinate condizioni, sia il ministero stesso «la strada maestra che il presbitero ha a disposizione per maturare nella relazione con Dio e nella santità». Per questo è richiesto al prete, oltre all’evangelica comprensione di celibato e castità, «la sua deliberata scelta di prendersi cura di sé, del rapporto con il Signore e della propria identità presbiterale: è il prete a doversi mantenere, per tutta la vita, in un sincero atteggiamento di autentica conversione».

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

13.07.2020
Riflessioni sul tempo, d'estate
Per questa pausa estivo vi proponiamo cinque saggi tra filosofia, spiritualità e psicanalisi per riflettere sul tema del tempo.
30.07.2020
Tomáš Halík, un teologo alla ricerca
Ritratto del teologo ceco, premio Templeton Prize, del suo dialogo con i non credenti al significato di Chiesa cattolica.
27.07.2020
Carlo Ossola, la letteratura rende lieti
Carlo Ossola, filologo e critico letterario, si racconta nel nostro questionario di Proust 2.0, tra Dante, Cicerone ed Erasmo e le virtù della lettura.
21.07.2020
Josef Pieper: il "Maestro" del papa
Ritratto del filosofo tedesco Josef Pieper, "maestro" di Benedetto XVI, divulgatore dei classici, profeta delle parole.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane