Il tuo browser non supporta JavaScript!

Dal teatro di gruppo alle residenze teatrali. Società, comunità, territorio in Piemonte

digital Dal teatro di gruppo alle residenze teatrali. Società, comunità, territorio in Piemonte
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2007 - 3. Comunità in atto. Conflitti globali, interazioni locali, drammaturgie sociali
titolo Dal teatro di gruppo alle residenze teatrali. Società, comunità, territorio in Piemonte
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 03-2007
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

From the second half of the century, the history of theatre in Italy has been built around the concept of Theater as a public service. Through the foundation of the Teatri Stabili, the Italian society has put the focus of attention on the value of theatre as a cultural public service, addressed to the greatest possible number of citizens. This concept was criticized, from the end of the 1960s, by an entire political and social movement, claiming for the possibility of a self-managed culture, as an enhancement not only of fruition of these instruments, but also of production. The 1970s became in this sense the years of the greater experimentation of a new political and social value of theatre. They are the years of theatrical animation, decentralization, basic groups, theatrical cooperatives, group theatre, avant-garde Theatre, and of both aesthetic and ethical communities. The text reconstructs this development trying to highlight the problems which determined the failure of a revolutionary vision of theatre, trying to identify which of its lines survived in the following decades. It also highlights which experiences could be meaningful today, in an historical moment in which it is urgent to think of culture and art as occasions of social cohesion and communitarian reinvention.

News

13.07.2020
Riflessioni sul tempo, d'estate
Per questa pausa estivo vi proponiamo cinque saggi tra filosofia, spiritualità e psicanalisi per riflettere sul tema del tempo.
30.07.2020
Esquirol, il valore dell’ingenuità
Ritratto del filosofo catalano Josep Maria Esquirol, che ha risporsto al nostro questionario di Proust.
30.07.2020
Romano Guardini, il teologo che si oppose al nazismo
Teologo e filosofo, Romano Guardini è stato uno dei pochi intellettuali tedeschi a non genuflettersi alla tirannide hitleriana: le sue lezione e le sue prediche sono state nella Germania nazista seme di speranza e di pace.
20.07.2020
Piero Bargellini: Firenze e non solo
Ritratto di Piero Bargellini, sindaco di Firenze durante l'alluvione, autore per la rivista Vita e Pensiero.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane