«Concezione pubblica della giustizia» e regolazione penale dell’impresa - Gabrio Forti - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

«Concezione pubblica della giustizia» e regolazione penale dell’impresa

digital «Concezione pubblica della giustizia» e regolazione penale dell’impresa
Articolo
rivista JUS
fascicolo JUS - 2011 - 1-2
titolo «Concezione pubblica della giustizia» e regolazione penale dell’impresa
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2011
issn 0022-6955 (stampa)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

ABSTRACT: Italian criminal law of corporations has undergone in 2002 a large reform which poses serious problems as to its compatibility with principles of justice and economic democracy. Despite the “liberal” attitudes overtly voiced at the time of its inception, it contradicts one of the main features of a developed, not merely traditional, sort of liberalism, namely the awareness of the strict need to survey and check power (especially economic, fi nancial and industrial power) in its tendency to be opaquely concentrated in few hands. First and foremost in any consideration of public justice should be the equality in the distribution of relevant knowledges. As criminologists well know, white collar crime thrives in the dark but darkness in turn makes legal business and institutions blind to illegality and criminality. Contemporary criminal law scholars can no more afford to neglect how the wider cultural, institutional and economic environments, which encompass the scope of their professional decisions, is apt to defi ne also the “justice” thereof, especially when criminal law impinges on economic relations and therefore on the conditions (not rarely themselves worth a criminal law’s protection) of an adequate knowledge distribution among stakeholders and common citizens.
KEY WORDS: theory of justice, criminal law, economic regulation, corporate crimes, white collars
SOMMARIO: 0. In ricordo di Armando Bartulli – 1. Il liberalismo come «arte della separazione» – 2. Diritto penale dell’economia e «giustizia di sfondo». Il diritto penale «degno di fi ducia» – 3. La distribuzione «giusta» delle informazioni tra gli attori sociali – 4. Disciplina penale-societaria e condizioni di una democrazia economica.

News

27.04.2022
Esquirol e Potestà al Festival Biblico
Il 28 e 29 maggio a Vicenza i nostri autori Esquirol e Potestà saranno ospiti al Festival Biblico.
20.05.2022
Rosina vince il Premio Atlante al Salone del libro
"Crisi demografica. Politiche per un paese che ha smesso di crescere" vince il Premio Atlante della Fondazione del Circolo dei lettori di Torino.
16.05.2022
La convergenza di interessi dietro la strage di Capaci
A trent'anni dalla strage di Capaci, vi proponiamo un estratto dal libro "Mafia. Fare memoria per combatterla" del giudice Antonio Balsamo.
16.05.2022
Charles de Foucauld, il santo del deserto
In occasione della canonizzazione, vi proponiamo due titoli - di Sequeri e d'Ors - per approfondire la figura di Charles de Foucauld.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane