"Come ad amici". Lo stile dialogico del Vaticano II - Gilles Routhier - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

"Come ad amici". Lo stile dialogico del Vaticano II

digital
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 7-8
titolo "Come ad amici". Lo stile dialogico del Vaticano II
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2014
issn 666666RIVISTACLERO (stampa)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

"Un concilio che non sia recepito è un concilio che rimane senza effetto". Questa lapidaria affermazione di Y. Congar fa intuire il carattere strategico di un’adeguata riflessione sulla ricezione del Concilio Vaticano II a 50 anni dalla sua celebrazione. È quanto propone in queste pagine il prof. Gilles Routhier, docente alla facoltà di teologia dell’Università Laval, Québec, fondando le sue considerazioni su un metodo che privilegia l’attenzione alle pratiche, e considerando come gli insegnamenti del Concilio hanno trasformato le relazioni: anzitutto all’interno delle diverse componenti della Chiesa, quindi tra cattolici e non-cattolici (credenti di altre religioni, non credenti ed atei), infi ne tra Chiesa, ‘mondo’ e Stato. Non appare infatti sufficiente riferirsi ai discorsi, e nemmeno alle istituzioni create per dar seguito ai principi affermati e creare nuove pratiche: "Le istituzioni e le pratiche da sole non sono garanti di una vera conversione che si esprima anche attraverso attitudini di ascolto, di rispetto dei diversi punti di vista, ecc. Insomma, essa si esprime anche attraverso uno stile che testimonia una mentalità convertita o un novus habitus mentis". Prestare attenzione allo stile relazionale promosso dal Concilio, fondato sull’agire di Dio nei confronti dell’umanità, "che si rivolge agli uomini come ad amici e che conversa con loro", offre un modello all’azione della Chiesa; anche le conversioni di atteggiamenti, di pratiche e di mentalità richieste dal Concilio Vaticano II dovrebbero avere un tale radicamento e basarsi su fondamenti spirituali solidi, pena una ricezione insufficiente perché solo formale.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

17.06.2021
Franco Battiato e il tema del divino
Dalla "Rivista del Clero" un estratto dell'articolo di Alessandro Beltrami dedicato al cantautore Franco Battiato.
08.06.2021
Festival biblico: dove abita la luce?
Teresa Bartolomei il 20 giugno sarà ospite del Festival biblico di Rovigo per spiegare come la Parola può essere guida per costruire nuove "arche" e forme di convivenza basate su nuovi modelli di vita.
08.06.2021
Torino spiritualità 2021: il desiderio in scena
Tra gli ospiti della manifestazione torinese dedicata al desiderio, il filosofo Silvano Petrosino, con un doppio appuntamento il 19 giugno, e l'economista Alessandra Smerilli.
07.06.2021
Il giudice: uomo vitruviano libero, riservato e al servizio del diritto
Un'anteprima delle pagine del libro "Giustizia" di Giovanni Canzio e Francesca Fiecconi dedicate al modello ideale di giudice.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento