I “lacci e gli sbadigli”: Pascoli, Martini, Giolitti, e l’insegnamento di latino e greco nell’Ottocento italiano - Guido Milanese - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

I “lacci e gli sbadigli”: Pascoli, Martini, Giolitti, e l’insegnamento di latino e greco nell’Ottocento italiano

digital I “lacci e gli sbadigli”: Pascoli, Martini, Giolitti, e l’insegnamento di latino e greco nell’Ottocento italiano
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2010 - 3
titolo I “lacci e gli sbadigli”: Pascoli, Martini, Giolitti, e l’insegnamento di latino e greco nell’Ottocento italiano
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 03-2010
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Before the great Italian poet Giovanni Pascoli (1855-1912) was appointed University Professor of Latin and later of Italian, he taught in several Italian high schools. In 1893, the Secretary for Education, the journalist and writer Ferdinando Martini, wishing to improve the teaching of Latin in Italy, appointed Pascoli as a member of a committee of specialists in this field. Pascoli, who was elected president of the committee, wrote a famous report criticizing the excess of grammar and erudition and the lack of a true “reading” of authors. The paper shows that Pascoli’s statement must be understood within the framework of the cultural struggle concerning the teaching of Latin and Greek in the first decades of the recently unified Italy: the “local” tradition (i.e. practical teaching of Latin, particularly in Central Italy and Catholic schools) was challenged by a different approach, particularly in the North of the country. This was of German origin and placed the emphasis on grammar and philology. Many years later, in 1922, a letter of Giovanni Giolitti, who in 1893 was Prime Minister, shows the influence of Pascoli’s ideas, as well as of other disputes regarding the teaching of Greek in Italian high schools.

News

27.04.2022
Esquirol e Potestà al Festival Biblico
Il 28 e 29 maggio a Vicenza i nostri autori Esquirol e Potestà saranno ospiti al Festival Biblico.
20.05.2022
Rosina vince il Premio Atlante al Salone del libro
"Crisi demografica. Politiche per un paese che ha smesso di crescere" vince il Premio Atlante della Fondazione del Circolo dei lettori di Torino.
16.05.2022
La convergenza di interessi dietro la strage di Capaci
A trent'anni dalla strage di Capaci, vi proponiamo un estratto dal libro "Mafia. Fare memoria per combatterla" del giudice Antonio Balsamo.
16.05.2022
Charles de Foucauld, il santo del deserto
In occasione della canonizzazione, vi proponiamo due titoli - di Sequeri e d'Ors - per approfondire la figura di Charles de Foucauld.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane