Il tuo browser non supporta JavaScript!

Echi da un regno oscuro: viaggi nell’Italia del 1905-1906 dalla strada, al cinema, fino al teatro di posa

digital Echi da un regno oscuro: viaggi nell’Italia del 1905-1906 dalla strada, al cinema, fino al teatro di posa
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2004 - 1. Civiltà delle macchine. Il cinema italiano e le sue tecnologie
titolo Echi da un regno oscuro: viaggi nell’Italia del 1905-1906 dalla strada, al cinema, fino al teatro di posa
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2017
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

All human projects have a pioneer. In the sphere of reportage from the parallel ‘world’ of Italian cinema, journalism in Italy boasted Giustino Lorenzo Ferri, a theatre critic and chroniquer belonging to the old guard, who in August 1906 was brave enough to publish an intriguing report Tra le quinte del cinematografo [In the wings of the cinema stage] in the prestigious monthly «La Lettura». To counter the sense of unease awakened in him when reflecting on the backstage aspects of cinema, Ferri offered a solution that made reference to drama and the world of theatre. The article shows, however, that in the attempt to impose a pre-existing language, the resemblance to the theatre also tended to conceal innovations and masked horror of the unknown machine, of undefinable technology.

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane