L'infallibilità della Chiesa e i "Fatti dommatici" nel pensiero di Giovanni Vincenzo Bolgeni - Marco Rochini - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

L'infallibilità della Chiesa e i "Fatti dommatici" nel pensiero di Giovanni Vincenzo Bolgeni

digital L'infallibilità della Chiesa e i
Articolo
rivista RIVISTA DI STORIA DELLA CHIESA IN ITALIA
fascicolo RIVISTA DI STORIA DELLA CHIESA IN ITALIA - 2013 - 2
titolo L'infallibilità della Chiesa e i "Fatti dommatici" nel pensiero di Giovanni Vincenzo Bolgeni
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2017
issn 0035-6557 (stampa) | 1827-790X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

“Questa idra molinistica convien attaccarla, combatterla, urtarla, inseguirla colla clava erculea della verità, sinché questa gran bestiaccia, peggior di quella minacciata dal prediletto veggente di Patmos, resti massacrata, morta e sepolta”. Con queste parole, scritte in una lettera datata 6 agosto 1786, GiambattistaRodella, segretario della famiglia Mazzuchelli e punto di riferimento della cultura giansenista bresciana, si esprimeva a proposito di uno dei membri più in vista della cultura filocuriale: l’ex-gesuita Giovanni Vincenzo Bolgeni. La lettera, indirizzata al cassinese Giuseppe Pujati, risulta particolarmente interessante e questo per due principali ragioni. Da una parte perché dalla sua lettura è possibile comprendere il livello a cui nel tardo Settecento era giunto lo scontro tra esponenti della cultura riformatrice cattolica ed ex-membri della ormai soppressa Compagnia di Gesù accusati, a causa dell’orientamento molinista da sempre predominante in seno all’ordine, di essere la causa dei mali che da secoli gravavano sulla Chiesa. Dall’altra perché le parole utilizzate da Rodella attestano il valore del soggetto descritto. Infatti, gli strali di Rodella, che definisce Bolgeni “idra molinistica”, richiedevano un bersaglio di primo livello, il teologo ex-gesuita per l’appunto, attraverso il quale colpire, seppur indirettamente, un intero orientamento teologico. E quale miglior obiettivo se non quello rappresentato da un teologo che nel corso degli anni Ottanta del XVIII secolo divenne uno dei più fi dati consiglieri di Pio VI e il capofila della cosiddetta “scuola romana”?


News

20.10.2021
Dante in conclave in Università Cattolica
Mercoledì 3 novembre alle ore 17.00 presentazione del libro di Gian Luca Potestà "Dante in conclave. La Lettera ai cardinali".
05.10.2021
Voci dalle periferie per una nuova Milano
Come ripartire dalle periferie? Ne abbiamo parlato insieme a Marisa Musaio, curatrice del recente volume "Ripartire dalla città".
06.10.2021
La metafisica diventa piccola e illumina l’umano
Intervista a Silvano Petrosino, il filosofo autore di "Piccola metafisica della luce. Una teoria dello sguardo".
05.10.2021
Maryanne Wolf a Milano
Maryanne Wolf torna a Milano il 25 ottobre in occasione dei cento anni dell'Università Cattolica.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento