Il tuo browser non supporta JavaScript!

Visibilità digitale: dinamiche di emersione e poste in gioco

digital Visibilità digitale: dinamiche di emersione e poste in gioco
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2012 - 2. Critica della ragion socievole. Le teorie davanti alla problematicità del web 2.0
titolo Visibilità digitale: dinamiche di emersione e poste in gioco
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2012
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

RIASSUNTO
Creatività, connessione e partecipazione. Sono queste alcune delle coordinate lungo le quali si sono dispiegate molte delle pratiche e delle interpretazioni che hanno accompagnato la diffusione del web 2.0. Come un fiume carsico che alterna emersioni e percorsi sotterranei, riaffiora a più riprese il tema dell’emancipazione, la promessa di un’evoluzione in senso democratico della cultura e della società che faccia leva sulle inedite potenzialità espressive che le tecnologie mediali digitali mettono a disposizione di chiunque abbia la volontà e l’interesse di utilizzarle. L’articolo propone l’utilizzo del concetto di visibilità per interpretare tanto le dinamiche di connessione, partecipazione e creatività tipiche del web 2.0 quanto le loro promesse di emancipazione. Esso consente infatti di circoscrivere alcuni aspetti della politicità intrinseca degli ambienti comunicativi contemporanei, intesa sia come dipendenza da strutture di potere che come spazio di libertà e rigenerazione democratica. A partire da una serie di frame teorici che spaziano da Hannah Arendt a Foucault e prendono in considerazione alcuni dei contributi più recenti sull’attivismo online, l’articolo tenta di dipanare l’intreccio di vincoli e potenzialità che è intrinseco alle forme di visibilità rese possibili dai social media mostrando come, nel dire di sé potenziato dalle nuove industrie culturali, sia implicato tanto un rischio di razionalizzazione quanto la possibilità di una loro rigenerazione grazie all’accrescimento dell’intersoggettività e del dialogo narrativo.

SUMMARY
Creativity, connection and participation. These are some of the coordinates along which many practices and interpretations that accompany the development and diffusion of web 2.0 move. The same way a karst river alternately emerges and sinks, the theme of emancipation returns over and over again, together with the promise of democratic evolution of a culture and society which would lever on the new potentials of expression that media digital technology makes available to whomsoever has the wish and interest to use them. This article proposes the use of the concept of visibility to interpret the connection, participation and creativity dynamics of 2.0 web and their promises of emancipation. It allows the circumscription of the intrinsic political dimension of contemporary communication environments, intended both as a dependency on power structures and as a space for truth and democratic re-growth. Beginning with a series of theoretical frames from Hannah Arendt and Foucault to some contributions of today’s online activism, the article tries to loosen the tangle of links and potentialities related to visibility which is made possible by social media. It also shows how, in self-narration powered by new cultural industries, are implied both the risk of rationalization and the possibility of regeneration thanks to the increase of inter-subjectivity and narrative dialogue.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane