Il tuo browser non supporta JavaScript!

Frammenti di un ignoto codice trecentesco della Commedia con le Chiose Ambrosiane

digital Frammenti di un ignoto codice trecentesco della Commedia con le Chiose Ambrosiane
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2006 - 3
titolo Frammenti di un ignoto codice trecentesco della Commedia con le Chiose Ambrosiane
autori
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2006
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Frammenti di un ignoto codice della Commedia, esemplato alla fine del XIV secolo nell’Italia centro- settentrionale, sono stati recentemente rinvenuti nelle legature di due diversi volumi cinquecenteschi (uno è conservato presso l’Archivio di Stato di S. Marino, l’altro fa parte di una collezione privata). Il testo di Dante è accompagnato da commento marginale: si tratta delle Chiose Ambrosiane, anonimo commento di cui era finora noto un solo testimone antico (Milano, Ambr. C 198 inf.). L’analisi dei frammenti recuperati permette di ricavare nuovi elementi sul testo e sulla circolazione di questo corpus di glosse. Se ne dà descrizione ed edizione, rilevando le differenze rispetto all’Ambr. C 198 inf. Il codice di cui i frammenti facevano parte sembrerebbe essere stato esemplato in area marchigiana-romagnola (la stessa cui si muoveva l’autore delle Chiose Ambrosiane).

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane