Il giradischi di Adriana. Pietrangeli e l'uso della canzone pop in «Io la conoscevo bene» - Mauro Buzzi - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

Il giradischi di Adriana. Pietrangeli e l'uso della canzone pop in «Io la conoscevo bene»

digital Il giradischi di Adriana. Pietrangeli e l'uso della canzone pop in «Io la conoscevo bene»
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2011 - 1. Cinema e sonoro in Italia (1945-1970)
titolo Il giradischi di Adriana. Pietrangeli e l'uso della canzone pop in «Io la conoscevo bene»
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2011
issn 0392-8667 (stampa) | 1827-7969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il periodo a cavallo tra i decenni degli anni Cinquanta e Sessanta apporta profondi cambiamenti al paesaggio sonoro del Paese. Tra le molte figure che nel cinema italiano del tempo si interessano a questo fenomeno un ruolo di riguardo spetta ad Antonio Pietrangeli, il quale peraltro elabora già nel 1961 la realizzazione del film Il giradischi che, per non note vicende produttive, vedrà la luce solo nel 1965 con il mutato titolo di Io la conoscevo bene. Tale pellicola rappresenta probabilmente, all’interno del cinema italiano coevo, il migliore esempio di costruzione di senso ed affetti tramite il ricorso all’universo musicale, in virtù della specifica importanza che la popular music ivi assolve. A tale processo si accompagna una significativa riflessione attorno agli inediti modelli di utilizzo dei prodotti mediali sonori, i quali anzitutto rappresentano uno specchio di un nuovo stile di vita, improntato al consumismo, che sta radicalmente cambiando il volto dell’Italia.

The period between the decades of the fifties and sixties brings profound changes to the soundscape of the Country. Among the many figures in the Italian cinema of the time are interested in a role of this phenomenon Antonio Pietrangeli has a leading role. In fact, he also starts in 1961 the making of the film Il giradischi (The turntable) that, for unknown production events, will only see the light in 1965, with its title changed in Io la conoscevo bene (I knew her well). This film is probably, within the contemporary Italian cinema, the best example of building of sense and affection through the use of the music universe, by virtue of the particular importance that the popular music has in it. In this process, accompanied by a significant reflection on the new models of use of the sound media products, which are primarily a reflection of a new lifestyle, characterized by consumerism, which is radically changing the character of Italy.

News

18.01.2022
Rimanere sulla piazza
Dalla rinnovata "Rivista del Clero" 1/2022 un estratto dell'editoriale del direttore Giuliano Zanchi.
14.01.2022
Donne, figli e lavoro: il nodo tutto italiano
Breve estratto dal libro "Crisi demografica. Politiche per un paese che ha smesso di crescere" di Alessandro Rosina dedicato alle donne.
26.11.2021
Premio internazionale alla biografia di papa Gregorio IX
Alberto Spataro ha ricevuto il premio "Wissenschaftlichen Stauferpreise" con il volume "Velud fulgor meridianus".
07.01.2022
Smart working sì o no? Partiamo dai lavoratori
Intervista a Pesenti e Scansani, autori di "Smart Working Reloaded", per capire come trarre il meglio dal lavoro agile senza perdere umanità e diritti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane