Il tuo browser non supporta JavaScript!

Distributive Compensation Ratio Derived from the Decomposition of the Mean Difference of a Sum

digital Distributive Compensation Ratio Derived from the Decomposition of the Mean Difference of a Sum
Articolo
rivista STATISTICA & APPLICAZIONI
fascicolo STATISTICA & APPLICAZIONI - 2003 - 1
titolo Distributive Compensation Ratio Derived from the Decomposition of the Mean Difference of a Sum
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2017
issn 18246672 (stampa)
Scrivi un commento per questo prodotto
Scarica

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

In this paper a distributive compensation index, based on the decomposition of the mean difference of a sum Y of the k variates X1, … , Xi, … , Xk , has been proposed. The index takes value 0 if among the k variates there is no-compensation, which means that the k variates are uniformly ranked. The index is equal to 1 if among the k variates there is maximum compensation, which means that the sum X1 + … + Xi + … + Xk is constantly equal to the mean μ(Y). It has been also shown that if the k variates assume the integer values 1, 2, … , N, then the index is equal to: 1 – 3G(Y), where G(Y) is Gini’s concentration index evaluated on the sum.

Keywords: Mean difference, Uniform ranking, Co-graduation, Maximum Compensation, Compensation term, Compensation ratio.

Biografia dell'autore

Michele Zenga, Università di Milano-Biccocca, e-mail: michele.zenga@unimib.it.

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane