Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il sogno del re: Amalrico di Gerusalemme, Bernardo di Clairvaux e la reliquia della Vera Croce

digital Il sogno del re: Amalrico di Gerusalemme, Bernardo di Clairvaux e la reliquia della Vera Croce
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2013 - 2
titolo Il sogno del re: Amalrico di Gerusalemme, Bernardo di Clairvaux e la reliquia della Vera Croce
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2013
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

The latin kings of Jerusalem used to send relics of the True Cross to ecclesiastical institutions and prominent laymen in the West as sign of their sacred power and of the needs of the Holy Land. This practice was fostered by king Amalric (1163-1174) who sent a precious pectoral cross to the abbey of Clairvaux after the battle of al-Babein in 1167, when the king was admonished and saved from death by a vision of saint Bernard himself. The text of the whole story (In memoria aeterna) was written on a parchment attached to the precious reliquiary – now lost – made in Clairvaux, but it was also preserved by several manuscripts of the Vita prima sancti Bernardi. A longer version of this text was copied among the letters of canonization of Bernard of Clairvaux in the Clairvaux manuscript Troyes, Mediathe`que du Grand Troyes 6, ff. 2r-3r; this copy is of particular interest both for the crusader propaganda and for the shaping of Bernard’s image in Clairvaux on the eve of a major crisis of the Cistercian identity.

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane