Il tuo browser non supporta JavaScript!

La primavera torinese: arti performative e intercultura fra nuove politiche e nuove pratiche

digital La primavera torinese: arti performative e intercultura fra nuove politiche e nuove pratiche
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2019 - 1. Playing Inclusion
titolo La primavera torinese: arti performative e intercultura fra nuove politiche e nuove pratiche
autori
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2019
doi 10.26350/001200_000048
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

The city of Turin is a privileged place in which to observe the relationship between performative practices and interculturalism, according to a perspective of social inclusion. This paper aims to map and analyse some of the most significant experiences that, during Spring 2018, have promoted the theme of a multiethnic and multicultural community, by means of different strategies and tools. The study draws on a series of case studies, from the ‘choreographic frescoes’ of Virgilio Sieni who represented, on May 1st, in Torino|Ballo 1945, a community of people of all ages, social backgrounds and origins – to Border Tales by Luca Silvestrini – which investigates the dynamics of multicultural integration in the London of the new millennium, in its most stereotyped forms. Likewise, Gabriele Vacis’ Cuore/Tenebra is the first performative outcome of a series of actions promoted by the Teatro Stabile di Torino. Finally, the article focuses in particular on the processes of social construction through the arts that emerge from the projects of Turinese winners of the Migr-Arti Call promoted by MiBAC, including Alma Teatro’s La Giovine Italia, Associazione Didee – arti e comunicazione’s Altri racconti and Il mondo in una stanza by the Social Community Theatre Centre | UniTo. In the light of these experiences, the city stage puts the performing arts to the test in their challenge to put a cultural policy of reception and inclusion of migrants into practice.

keywords

Contemporary dance; inclusion; interculture; performing arts; storytelling

Biografia degli autori

ritamaria.fabris@unito.it; emanuele.giannasca@unito.it

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane