Il tuo browser non supporta JavaScript!

I luoghi della socievolezza: spazi pubblici e spazi a uso pubblico nella città di Alghero

digital I luoghi della socievolezza: spazi pubblici e spazi a uso pubblico nella città di Alghero
Articolo
rivista STUDI DI SOCIOLOGIA
fascicolo STUDI DI SOCIOLOGIA - 2015 - 1
titolo I luoghi della socievolezza: spazi pubblici e spazi a uso pubblico nella città di Alghero
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 06-2015
issn 0039291X (stampa) | 18277896 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

This paper focuses on the relationships between mobility and urban public spaces. Referring to the simmelian theory of sociability, we aim to answer to some fundamental questions: are public spaces still places of sociability? Through what practices can some mobile populations foster social interaction? Which may be the way to create public spaces in increasingly privatized contexts? In order to clarify these questions, the paper refers to the town of Alghero, as a relevant example, characterized by a strong presence of tourists. The public spaces are progressively losing their function of fostering the sociability which is performed by the third spaces or public spaces self-created by young people. Nevertheless, the presence of tourists is not significant for the local social life, because of their limited relationships with local people. Some other forms of sociability are activated both by those social actors who are connected to the public art and by the students.

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane