Il tuo browser non supporta JavaScript!

Un welfare plurale “radicale” come via di innovazione socio-istituzionale oltre la crisi

digital Un welfare plurale “radicale” come via di innovazione socio-istituzionale oltre la crisi
Articolo
rivista POLITICHE SOCIALI E SERVIZI
fascicolo POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2013 - 1
titolo Un welfare plurale “radicale” come via di innovazione socio-istituzionale oltre la crisi
autori
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 12-2014
issn 1128546X (stampa) | 18277934 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:


The article reflects on the acceleration of the process of pluralization of the Italian welfare system impressed by the crisis. Starting (conventionally) from 2008, on the empirical level, some organized forms of private funding to implement measures do not adequately covered by the State have increasingly spread out, while on the theoretical level has gained increasing centrality the principle of horizontal subsidiarity, albeit this has happened in different ways according to the country’s different social and cultural traditions. The hypothesis of the paper is that the principle of subsidiarity, which has historically constituted a specificity of the Italian welfare system, despite its different interpretations, can be identified even more in these recent years as a sort of “Italian way” to welfare reform. Throughout the paper this hypothesis is developed by trying to identify the conditions under which this path of reform can be accomplished.

News

17.01.2020
Parole per la città: a Genova idee e libri
Giovedì 30 gennaio al Palazzo Ducale di Genova incontro con il giurista Gabrio Forti sul tema della giustizia a partire da "La cura delle norme".
13.01.2020
Addio al filosofo Roger Scruton
Il 12 gennaio Roger Scruton è morto, per una malattia, all'età di 75 anni. Il suo pensiero nei libri che ci lascia.
10.01.2020
Intervista impossibile a Stevenson
Un piccolo e serio divertissement: un’intervista impossibile allo scrittore scozzese per raccontare la sua raccolta di scritti più intima e umana.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane