Anselmo IV da Bovisio arcivescovo di Milano (1097-1101). Episcopato e società urbana sul finire dell'XI secolo - Alfredo Lucioni - Vita e Pensiero - Ebook Vita e Pensiero

Anselmo IV da Bovisio arcivescovo di Milano (1097-1101). Episcopato e società urbana sul finire dell'XI secolo

Pdf Anselmo IV da Bovisio arcivescovo di Milano (1097-1101). Episcopato e società urbana sul finire dell'XI secolo
Ebook
Adobe DRM
Titolo Anselmo IV da Bovisio arcivescovo di Milano (1097-1101). Episcopato e società urbana sul finire dell'XI secolo
autore
Collana Ricerche. Storia
Formato Ebook - Pdf
Protezione Adobe DRM. Prima di acquistare leggi qui

Informazioni sulla protezione

X
Pubblicazione 2013
ISBN 9788834325582
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 15,99

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

 
Disponibile in altri formati:
Anselmo IV da Bovisio arcivescovo di Milano (1097-1101). Episcopato e società urbana sul finire dell'XI secolo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2011 | pagine: 258
Anno: 2011
Nello scorcio del secolo XI si attenuò la intensa conflittualità che per alcuni decenni aveva sconvolto Milano
€ 23,00
Nello scorcio dell’XI secolo si attenuò l’intensa conflittualità che per alcuni decenni aveva sconvolto Milano. La progressiva scomparsa della patarìa creò le premesse per l’emergere, nel ceto dirigente cittadino, di posizioni favorevoli all’avvio di contatti con il papato riformatore, fino alla riammissione della Chiesa ambrosiana nella comunione con Roma al tempo di papa Urbano II. Alfredo Lucioni, professore di Storia medievale e Storia della Lombardia all’Università Cattolica di Milano, ricostruisce il clima nel quale era immersa la società milanese, illustra le tensioni che accompagnarono la comparsa di nuove forze in campo politico ed ecclesiale, riconosce le prime tracce dell’attività dell’organismo comunale in formazione. Tutte le novità di quegli anni si ritrovano nell’episcopato di Anselmo IV da Bovisio (1097-1101), che la storiografia ha descritto come debole figura imposta da Roma, ma che si rivela invece uomo energico e abile nell’intessere un dialogo con le varie componenti della città, così da riconquistare quel ruolo di vertice nel governo della società urbana milanese già ricoperto da molti suoi predecessori. Al culmine del breve episcopato, che lo vide impegnato a ricondurre all’obbedienza a Urbano II le diocesi dell’Italia settentrionale, Anselmo IV radunò un numeroso esercito e partì nel 1100 per l’Oriente, dove morì nel corso della sfortunata ‘crociata dei Lombardi’, resa celebre dalle opere di Tommaso Grossi e di Giuseppe Verdi.

News

19.07.2022
Il rischio di voltarsi
Orfeo ed Euridice sul lettino dello psicanalista, con "Elogio del rischio" di Anne Dufourmantelle.
18.07.2022
La partita dei media, da Beckett a noi
Il teatro dell'assurdo di Beckett ci metteva in guardia contro i pericoli di una comunicazione inquinata. Cosa vuol dire fare un'ecologia dei media?
18.07.2022
Identità e padri di sabbia
Tra Kundera e Ternynck, in un mondo dove l'uomo ha perso le sue radici e la figura del padre vive una crisi d'identità.
01.08.2022
Giovanna Brambilla, l'affilata narratrice dell’Arte
Ritratto della storica dell'arte e divulgatrice, attraverso il nostro Questionario di Proust 2.0.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane