Il tuo browser non supporta JavaScript!

La penultima bontà

Pdf La penultima bontà
Ebook
Social DRM
titolo La penultima bontà
sottotitolo Saggio sulla vita umana
autore
collana Transizioni
formato Ebook - Pdf
protezione Social DRM

Informazioni sulla protezione

X
pubblicazione 2019
ISBN 9788834339497
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 10,99

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

 
Disponibile in altri formati:
La penultima bontà. Saggio sulla vita umana
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2019 | pagine: 172
Anno: 2019
Il mistero della vita non risiede in un paradiso impossibile da cui siamo stati cacciati né nell’ultimità della morte, ma nella penultimità della vita che vive e si sente vivere.
€ 16,00
La penultima bontà. Saggio sulla vita umana Epub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2019
Anno: 2019
Penultima bontà: perché quell’aggettivo? Perché ‘penultima’? Domanda legittima, persino sconta­ta, di fronte al titolo
€ 10,99
Penultima bontà: perché quell’aggettivo? Perché ‘penultima’? Domanda legittima, persino sconta­ta, di fronte al titolo di questo libro del filosofo catalano Esquirol, la cui risposta si snoda lungo pagine di parole semplici e dense insieme, calde e profondamente vere, scritte con finezza di tessi­tura letteraria e originalità di pensiero.
Abbiamo davvero bisogno di uscire da quell’oriz­zonte di senso che ingabbia la vita umana tra un inizio perfetto e perduto e una fine ineluttabile e definitiva, perché quello che avvertiamo, con la certezza di un’esperienza che ci percorre conti­nuamente dalla pelle al cuore mentre viviamo qui e ora, è che il mistero della vita non risiede in un paradiso impossibile da cui siamo stati cacciati né nell’ultimità della morte, ma nella penultimità, appunto, della vita che vive e si sente vivere.
Questa, ci dice qui Esquirol dialogando con il li­bro della Genesi, con Platone, con san Francesco e Zarathustra/Nietzsche, con Heidegger, Simone Weil e tante altre voci del pensiero filosofico, è la caratteristica propria dell’umano: sentirsi vi­vere, essere coscienti di un’esperienza vitale che non si fa rinchiudere, ma vibra e pensa e ama scoprendosi imperfetta, spesso ferita, mai com­piuta e sempre penultima, eppure proprio per questo capace di riconoscere la stessa condizio­ne negli altri e di creare comunità. Una comu­nità fraterna che vive ai ‘margini’, per usare la bella espressione con cui Esquirol indica il quo­tidiano, fatto di crepe, di deserto, di fatica, ma anche di prossimità, di resistenza, e soprattutto di cura e di gratitudine.
«Qui, ai margini, il male è profondo, ma la bontà lo è di più. Qui, ai margini, nulla ha più senso del riparo e della generosità. Qui, ai margini, è possibile muoversi di mezza spanna nella giusta direzione. È la mezza spanna verso la comunità fraterna che vive. Qui, ai margini, non solo vivia­mo, ma siamo capaci di vita».

News

02.09.2019
Primo Levi, una questione di giustizia
A cento anni dalla nascita di Primo Levi reading de "I giusti" con commenti di Forti, Mazzuccato, Cavaglion, Santerini e Assael.
15.10.2019
Il coraggio della bontà
Sabato 16 novembre al Museo della Scienza dialogo tra il filosofo catalano Josep Maria Esquirol e Alessandro D'Avenia sul tema della bontà.
09.10.2019
Bookcity 2019: la lettura come bene comune
Torna a novembre l'appuntamento della città di Milano con i libri. Scopri tutti gli eventi Vita e Pensiero e gli ospiti che ci terranno compagnia in questa edizione.
05.11.2019
Oltre le stelle: l'umano
Intervista al filosofo Silvano Petrosino, autore del libro "Il desiderio. Non siamo figli delle stelle", un percorso tra astri e dis-astri dell'umano.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane