Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra - Nicola Martinelli - Vita e Pensiero - Ebook Vita e Pensiero

Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra

Pdf Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra
Ebook
Social DRM
Titolo Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra
Sottotitolo La Dalmine Spa
autore
Collana Ricerche. Storia
Formato Ebook - Pdf
Protezione Social DRM. Prima di acquistare leggi qui

Informazioni sulla protezione

X
Pubblicazione 2020
ISBN 9788834342169
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 21,99

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

 
Disponibile in altri formati:
Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra. La Dalmine S.p.A. (1945-1970)
Formato: Libro | Editore: Vita e Pensiero | Anno: 2020 | Pagine: 320
Anno: 2020
Il volume analizza il caso della Dalmine, impresa siderurgica bergamasca specializzata nella produzione di tubi senza sal­datura, che fin dall’epoca fascista diede vita a una vera e propria "company town".
€ 35,00
La Dalmine, impresa siderurgica bergamasca specializzata nella produzione di tubi senza sal­datura, fin dall’epoca fascista dà vita a una vera e propria company town: case, scuole, strutture ricreative, spacci alimentari ma anche casse mu­tue, fondi pensione e un vasto insieme di altri interventi caratterizzano una ‘fabbrica totale’. Il volume analizza questo articolato sistema e le sue trasformazioni di fronte ai profondi cambia­menti, economici e sociali, intervenuti nel secondo dopoguerra.
Gli sviluppi del welfare state e la pro­gressiva affermazione della società dei consumi
rimettono in discussione forme di assistenza consolidate e ne chiedono un profondo ripensa­mento. L’evoluzione di questi fenomeni, tuttavia, è meno lineare di quanto potrebbe apparire a prima vista: anche in un’impresa pubblica quale la Dalmine possono sorgere forti resistenze per evitare che la mutua interna sia assorbita dall’Inamcome previsto dalla normativa. Il ripensamento del welfare aziendale Dalmine è legato anche ai radicali rivolgimenti intervenuti nel quadro delle relazioni industriali nel passaggio dal regime alla Repubblica e poi, ancora, con la guerra fredda e l’autunno caldo. Molte strutture assistenziali, sorte come concessioni unilaterali dell’impresa, sono progressivamente contrattualizzate. In altri casi la mediazione si rivela impossibile e il welfare aziendale, pensato per pacificare la manodopera, diventa ragione di conflitto. Le opere sociali d’im­presa, a lungo presentate dalla storiografia at­traverso la chiave di lettura del paternalismo, emergono da questa ricostruzione come una relazione delicata e mutevole, in cui i numerosi attori in campo sono chiamati a misurarsi con i cambiamenti ambientali e, soprattutto, con le strategie, le linee di condotta e gli obiettivi delle controparti così da ricercare i termini di un possi­bile equilibrio di interessi.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

29.09.2022
Antonio Balsamo all'Università di Palermo
La presentazione di "Mafia. Fare memoria per combatterla", martedì 4 ottobre.
28.09.2022
Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei
Intervista a Patrizia Catellani e Valentina Carfora, autrici di "Psicologia sociale dell'alimentazione", per capire meglio le nostre scelte alimentari.
23.09.2022
Silvano Petrosino a Soresina
"La cura dell'ambiente e l'abitare umano": l'appuntamento alla Biblioteca Comunale, domenica 23 ottobre.
02.09.2022
Pablo d'Ors a Torino Spiritualità
Due incontri con il sacerdote madrileno, sabato 1° ottobre, in occasione di Torino Spiritualità.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.