Il tuo browser non supporta JavaScript!

Percezione, corporeità e apprendimento in didattica e in riabilitazione

Percezione, corporeità e apprendimento in didattica e in riabilitazione
titolo Percezione, corporeità e apprendimento in didattica e in riabilitazione
curatore
argomenti Educazione e pedagogia
collana Strumenti. Pedagogia e scienze dell'educazione
formato Libro
pagine 304
pubblicazione 2012
ISBN 9788834321690
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 22,00
Spedito in 3 giorni
Lo scopo di questo libro, rivolto a genitori, educatori e insegnanti, è riproporre l’attualità di alcune metodologie di recupero e sostegno che hanno caratterizzato la storia della riabilitazione (metodo Terzi, Frostig, Doman- Delacato) individuandone gli elementi di applicabilità sia in campo terapeutico sia in educazione e didattica. Attraverso questa analisi, il testo approfondisce la complessa relazione esistente fra sviluppo percettivo-motorio e apprendimento nel bambino con disabilità e difficoltà in età scolare. In tale prospettiva è affrontato il tema della crescita e della maturazione psicomotoria, condizionate dal patrimonio genetico, ma anche influenzate in modo significativo dall’ambiente (famiglia, scuola, mass-media…) e dalle esperienze di movimento che un bambino può fare (educazione motoria, gioco spontaneo, sport, terapia…).

Biografia dell'autore

Mariateresa Cairo è docente di Pedagogia e didattica speciale presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica , sedi di Milano e Piacenza. Ha pubblicato con Vita e Pensiero: Pedagogia e didattica speciale per educatori e insegnanti nella scuola, 2007; Problemi di apprendimento e scuola: disabilità, difficoltà, svantaggi e dotazioni, 2008; Disabilità ed età adulta. Qualità della vita e progettualità pedagogica, 2010.

News

12.12.2019
Il sermone di Natale di Stevenson
Il 18 dicembre a Pavia incontro su "Sermone di Natale" di Stevenson per scoprire il lato più umano del 'Narratore di Storie' con Bendelli, Mottola, Grisi.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane