Il tuo browser non supporta JavaScript!

La Scuola di New York

La Scuola di New York
titolo La Scuola di New York
sottotitolo Origini, vicende, protagonisti
autore
argomenti Arte e beni culturali Storia dell'arte
collana Ricerche. Storia dell'arte
formato Libro
pagine 336
pubblicazione 2010
ISBN 9788834318669
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 28,50
Spedito in 3 giorni
Nell’immediato secondo dopoguerra New York assume un ruolo di primo piano nel campo dell’arte fino a diventarne, nei decenni successivi, la capitale mondiale. Il processo, al quale contribuirono mercanti d’arte, critici e musei, venne attivato da un gruppo di artisti che, già negli anni Trenta, coltivavano la propria esperienza in alternativa rispetto alla lezione dell’arte europea, direttamente conosciuta anche attraverso i molti autori trasferitisi negli USA fra gli anni Trenta e Quaranta.
La generazione di artisti americani, che comprende Gorky, Pollock, Rothko, de Kooning, Motherwell, Newman, Still, e molti altri con loro e dopo di loro, è stata protagonista di un’avventura eccezionale, ponendosi presto all’avanguardia delle ricerche internazionali. Le loro voci sono unite non tanto dall’affermazione di un’estetica comune, quanto dall’energia e dalle capacità che l’opera e la riflessione critica da ciascuno individualmente esercitate hanno saputo offrire alla trasformazione della pittura, con la realizzazione di dipinti di forza autonoma, spesso di grandezze inusitate. La loro ‘rivoluzione’ è fatta di scoperte personali, di intuizioni immediate, ma anche di corrispondenze con una dimensione interiore e meditativa sui grandi ‘miti’ della cultura americana: gli spazi della ‘nuova frontiera’, lo ‘spirito dei pionieri’, i valori dell’individualità e della libertà.
Tenendo conto delle molte e contrastanti ipotesi critiche fiorite negli ultimi decenni, soprattutto in ambito americano, questo volume presenta una lettura organica del fenomeno di una ‘scuola’ identificata come tale proprio attraverso l’originalità dei suoi componenti.
In primo luogo emergono infatti la qualità e la peculiarità dei singoli autori, accanto alle letture critiche che ne hanno accompagnato l’ascesa e il successo. A tale scopo il libro è arricchito da un’ampia antologia di testi di poetica e di riflessione critica degli artisti stessi – forse i più autorevoli interpreti del lavoro proprio e dei loro compagni d’avventura – e da una cronologia dei fatti che incorniciano l’esperienza della Scuola di New York nelle vicende dell’arte americana fra gli anni Trenta e Sessanta.

Biografia dell'autore

Francesco Tedeschi insegna Storia dell’arte contemporanea nell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Attivo sul piano storico, ma anche come critico dell’arte contemporanea, si è occupato di autori dell’Ottocento e del Novecento. Ha dedicato studi alle avanguardie storiche e all’arte del secondo Novecento in alcuni dei suoi maggiori protagonisti (Afro, Fontana, Miró, Veronesi), partecipando ai cataloghi di alcune importanti rassegne dedicate a questi maestri. Da alcuni anni ha rivolto ricerche all’arte americana del Novecento, nei suoi corsi universitari. Ha collaborato al catalogo della mostra New York Renaissance (Milano, 2002). Tra gli altri suoi studi si segnalano un volume sul Dadaismo (Milano, 1991), le ricerche su Julius Evola, gli studi monografici dedicati ad autori dell’arte italiana del secondo Novecento, fino all’ideazione di una mostra sul tema dell’arte ambientale (Lo spazio ridefinito, Milano, 1998).

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

13.07.2020
Riflessioni sul tempo, d'estate
Per questa pausa estivo vi proponiamo cinque saggi tra filosofia, spiritualità e psicanalisi per riflettere sul tema del tempo.
24.07.2020
Orsolina Montevecchi, una piccola grande storica
Prima docente dell'Università Cattolica a portare i pantaloni, Orsolina Montevecchi fu una donna profondamente libera che decise di dedicarsi alla papirologia per studiare «la storia vissuta a livello di uomo».
30.07.2020
Tomáš Halík, un teologo alla ricerca
Ritratto del teologo ceco, premio Templeton Prize, del suo dialogo con i non credenti al significato di Chiesa cattolica.
27.07.2020
Carlo Ossola, la letteratura rende lieti
Carlo Ossola, filologo e critico letterario, si racconta nel nostro questionario di Proust 2.0, tra Dante, Cicerone ed Erasmo e le virtù della lettura.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane