Visibilia - Fulvio Roiter - Vita e Pensiero - Libro Vita e Pensiero

Visibilia

Visibilia
Titolo Visibilia
autore
Argomenti Arte e beni culturali Argomenti generali
Collana Grandi opere
Formato Libro
Pagine 320
Pubblicazione 1992
ISBN 9788834336601
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 82,00
Ci sono immagini con cui familiarizziamo al primo sguardo, che hanno in sé qualcosa che mostra una realtà nuova ed essenziale del mondo visibile: la natura, l'uomo e le situazioni fermate in inquadrature diventano subito parte di noi. Il titolo, Visibilia, richiama alla mente il caleidoscopico significato che va attribuito alla narrazione per immagini: si può fotografare tutto, purché liberamente, evitando che ristrette regole di tecnica e di intenti trattengano, senza lasciarla emergere, la natura del soggetto rappresentato. L'attenzione si concentra sul dettaglio, su quelle particolarità che invadono i pensieri e si introducono, tra luci ed ombre, in bianco e nero o a colori, per puro caso o per calcolo, nella impalpabile essenza che rende una fotografia quello che è e nient'altro: un immediato racconto visivo di emozionante poesia, che utilizza tutte le tonalità per esprimere la multiforme tavolozza cromatica del mondo. L'opera finita di un mirabile artista quale è Fulvio Roiter, non propone al lettore nulla di fisso e di statisticamente necessario: chi sa fermarsi sulle immagini ricrea il mondo da sé.

Biografia dell'autore

Veneto di Méolo ma veneziano di adozione Fulvio Roiter da oltre trent'anni è protagonista nell'arte della fotografia. I suoi libri, i suoi reportages recano sempre i segni inconfondibili dell'artista colto e sensibile. Ancora giovanissimo con "Ombrie, Terre de Saint François" ottiene a Parigi nel 1956 il prestigioso premio Nadar. Seguono opere di grande impatto visivo e grafico su Brasile, Messico, Turchia, Spagna, Tunisia, Libano che a distanza di oltre vent'anni rimangono dei classici del genere. 
Alberto Bevilacqua ha scritto di lui con penetrante intuizione: "Ritenerlo un fotografo illustratore è un insulto. Egli è un rabdomante, e i rabdomanti non ubbidiscono alla logica: si arrestano, a mani tese, magari di fronte a un modesto cespuglio, ben sapendo che sotto si nasconde la vena sorgiva. È un'acuta facoltà visiva che si richiama al medium; un cogliere, in sintesi, sentimenti contrastanti ed estremi, il nucleo sensibile della molteplicità. Scrive versi con la macchina fotografica, Roiter. E, si sa, per un poeta vale, spesso, più un muro desolato di una basilica".

News

29.09.2022
Antonio Balsamo all'Università di Palermo
La presentazione di "Mafia. Fare memoria per combatterla", martedì 4 ottobre.
28.09.2022
Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei
Intervista a Patrizia Catellani e Valentina Carfora, autrici di "Psicologia sociale dell'alimentazione", per capire meglio le nostre scelte alimentari.
23.09.2022
Silvano Petrosino a Soresina
"La cura dell'ambiente e l'abitare umano": l'appuntamento alla Biblioteca Comunale, domenica 23 ottobre.
02.09.2022
Pablo d'Ors a Torino Spiritualità
Due incontri con il sacerdote madrileno, sabato 1° ottobre, in occasione di Torino Spiritualità.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.