Il tuo browser non supporta JavaScript!

Erranza educativa e bambini di strada

Erranza educativa e bambini di strada
titolo Erranza educativa e bambini di strada
sottotitolo Teoria e narrazioni
autore
argomenti Educazione e pedagogia
collana Strumenti. Pedagogia e scienze dell'educazione
formato Libro
pagine 144
pubblicazione 2005
ISBN 9788834312841
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 12,00
Spedito in 3 giorni
L’erranza è una connotazione peculiare dell’umano e dell’educabilità della persona che, avvicinata alla condizione dei bambini di strada, apre spiragli di luce rispetto a una realtà destinata ad aggravarsi e ad accentuare povertà visibili e invisibili. Il volume di Giuseppe Vico non cade nella retorica, rifugge da una pedagogia povera di senso ed elabora progetti in un orizzonte spirituale attento alla memoria e alla quotidianità: la prima da guarire e da promuovere; la seconda ricca di eventi dove il rischio educativo pesa, ma non rimuove la responsabilità del dono, del perdono e della progettualità. In questa complessa narrazione, i bambini di strada sono sempre più presenti come protagonisti di microsistemi in contesti che poco concedono alla creatività e alla rigenerazione. Sullo sfondo, le due baraccopoli di Kibera e di Korogocho, periferia di Nairobi, e la memoria di altre ‘strade’ che l’autore ha vissuto e dalle quali trae sostanza per una narrazione libera da luoghi comuni.

Biografia dell'autore

Giuseppe Vico, ordinario di Pedagogia generale presso l’Università Cattolica di Milano, ha una lunga esperienza nel settore della disabilità e della marginalità. È presidente dell’associazione Educatori Senza Frontiere, legata al Progetto «Exodus». Dirige «Scuola e didattica» ed è autore di varie pubblicazioni, tra cui Ottocento pedagogico cristiano (Brescia 2005).

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

12.12.2019
Il sermone di Natale di Stevenson
Il 18 dicembre a Pavia incontro su "Sermone di Natale" di Stevenson per scoprire il lato più umano del 'Narratore di Storie' con Bendelli, Mottola, Grisi.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane