Il tuo browser non supporta JavaScript!

Guerra santa?

Guerra santa?
titolo Guerra santa?
sottotitolo Il terrore nel nome dell'Islam
autore
introduzione
argomenti Politica
collana Relazioni internazionali e scienza politica. ASERI, 5
formato Libro
pagine 208
pubblicazione 2004
ISBN 9788834319925
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 16,00
Spedito in 3 giorni
Come può una religione giustificare, e addirittura invocare il massacro di vittime innocenti? Ciò che parrebbe un controsenso è invece la domanda tragicamente aperta dal crollo delle Torri gemelle e rinfocolata dal crescendo degli episodi terroristici commessi ‘nel nome dell’Islam’. Se da un lato questa esplosione di violenza annichilisce la ragione, dall’altro chiede di essere compresa e suscita molteplici interrogativi. Chi sono gli estremisti islamici autori dei devastanti attacchi dell’11 settembre e perché odiano l’Occidente? Quali sono i loro obiettivi? E davvero l’Islam insegna che essi verranno ricompensati per le loro azioni?
John L. Esposito, profondo conoscitore del mondo musulmano e uno dei più influenti studiosi del rapporto tra Islam e politica, risponde con chiarezza e cura all’urgenza di queste domande. In maniera diretta e rigorosa illustra gli insegnamenti del Corano e del profeta Maometto sul jihad e sull’uso della violenza; risale alla nascita dei gruppi estremisti esaminandone la strategia globale; ripercorre le vicende personali dei ‘protagonisti del terrore’, a cominciare da Osama bin Laden.
In tal modo porta all’evidenza e smaschera alcuni rischiosi e fondamentali equivoci: Bin Laden e gli altri terroristi, argomenta Esposito, “hanno dirottato l’Islam per scopi profani” e le loro criminali pretese sono tutt’altro che “un ritorno agli autentici insegnamenti della fede”. Essi sfruttano la religione per giustificare il proprio illegittimo, personale jihad, proclamato senza autorità alcuna e condotto non solo contro l’Occidente, ma contro gli stessi governi musulmani. Quanto all’antiamericanismo (e antieuropeismo) diffuso nelle società arabe e musulmane, esso è l’esito non tanto del fondamentalismo religioso quanto del risentimento nei confronti della politica americana e dell’imposizione del ‘modello occidentale’, da parte di chi, pur respingendo la violenza perpetrata in nome della propria religione, si chiede tuttavia se “essere moderni significa che la nostra sola opzione è pensare, parlare, vestirsi come loro?”.
L’analisi attenta di John L. Esposito si contrappone così a ogni lettura semplicistica del mondo musulmano e a un inevitabile ‘scontro di civiltà’ quale corollario della lotta al terrorismo. Fare luce sulle ragioni dell’odio e del radicalismo rimuovendo ciò che li fomenta, ma anche saper guardare ‘l’altro da noi’ con occhio più libero e consapevole, e dunque meno ostile: ciò è necessario, sostiene Esposito, se vogliamo attenuare i conflitti che altrimenti le generazioni future si troveranno ad affrontare in termini sempre meno gestibili e se, malgrado i segnali di crisi, intendiamo offrire concreto alimento alle speranze di una pace intesa come sicurezza e rispetto reciproco.

Biografia dell'autore

John L. Esposito è professore di Religione e Affari internazionali alla Walsh School of Foreign Service, Georgetown University, e direttore del Center for Muslim-Christian Understanding. è stato presidente della Middle East Studies Association e ha curato i quattro volumi dell’Oxford Encyclopedia of the Modern Islamic World e The Oxford History of Islam. è autore di numerose opere, tra le quali: Islam: The Straight Path e The Islamic Threat: Myth or Reality?

News

06.05.2021
Giovani e pandemia
Venerdì 14 maggio a Padova presentazione del libro "Niente sarà più come prima" curato da Paola Bignardi e don Stefano Didonè
06.05.2021
Madre è chi cura: la storia di Eva Feder Kittay
In "La cura dell'amore" c’è la testimonianza in prima persona dell’autrice, il racconto del suo essere madre.
05.05.2021
La porta dell’autorità
Anteprima del nuovo libro di Magatti e Martinelli, "La porta dell’autorità", dedicato ai padri, alle madri, ai maestri, a chi guida e apre le future generazioni.
04.05.2021
Le mamme e il magnifico segreto
Per la festa della mamma condividiamo un piccolo estratto dal libro "Generare è narrare" di Sonnet, dedicato al "magnifico segreto".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane