Il tuo browser non supporta JavaScript!

Interpretazione dei libri M-N della "Metafisica" di Aristotele

Interpretazione dei libri M-N della
titolo Interpretazione dei libri M-N della "Metafisica" di Aristotele
sottotitolo La filosofia della matematica in Platone e Aristotele
autore
argomenti Filosofia Filosofia antica
collana Temi metafisici e problemi del pensiero antico
formato Libro
pagine 392
pubblicazione 1992
ISBN 9788834305379
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 19,00
L’opera che qui presentiamo costituisce il contributo più significativo e più stimolante per quanto concerne l’interpretazione dei libri M-N della Metafisica di Aristotele, che – com’è noto – sono i più difficili da intendere. E non si tratta di uno di quei libri che si rifugiano nell’erudizione e nelle raffinatezze che il filologismo conosce, ma che troppo spesso lasciano insoddisfatto il lettore, il quale tende soprattutto a capire il pensiero del filosofo che legge. Si tratta, invece, di un libro che sa suscitare vivi interessi proprio per quei due contestati libri finali, che molti trascurano del tutto. La Annas dimostra molto bene che, lungi dall’essere un insieme di discussioni cavillose su oscuri nonsensi, i libri M-N presentano “un’acuta trattazione di problemi filosoficamente vivi”. L’edizione italiana arricchisce quella inglese, oltre che con l’introduzione di G. Reale e una bibliografia completa di J. E. Annas, con una Appendice al Saggio introduttivo (un articolo in cui l’autrice riassume molto chiaramente e approfondisce la sua interpretazione della filosofia della matematica di Aristotele) e altresì con il testo greco messo a fronte della traduzione dei libri M-N. La traduzione qui riprodotta di questi libri è quella di G. Reale, ma rivista dalla Annas (con alcuni ritocchi terminologici e con qualche modifica sulla base di differenti letture sul testo), in modo che si accordi nella migliore maniera con la sua esegesi e con il suo commentario.

Biografia dell'autore

Julia Elizabeth Annas è oggi uno degli studiosi del pensiero antico di lingua e cultura inglese fra i più affermati. Ha insegnato dapprima a Oxford (Christ Church e St. Hugh’s College) dal 1971 al 1986. È passata quindi in America; dove ha insegnato dapprima presso l’University of Arizona, dal 1986 al 1991. Dall’autunno del 1991 insegna come “full professor” presso il dipartimento di filosofia della Columbia University di New York.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane