Armida Barelli. Una donna fra due secoli

Armida Barelli

novità Armida Barelli
titolo Armida Barelli
sottotitolo Una donna fra due secoli
autore
introduzione
prefazione ,
argomenti Storia Storia contemporanea
collana Varia. Saggistica
formato Libro
pagine 776
pubblicazione 2021
ISBN 9788834344651
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni

«C’è chi si attacca come un’ostrica al passato, e lo ripete o lo rimpiange, condannandosi ad essere superato; c’è chi si getta a capofitto nel nuovo, rischiando di perdersi; c’è chi nel presente coglie l’aspetto dell’eterno, uno sviluppo imprevisto del grano di senape, e lo sollecita, contribuendo al progresso vero dell’umanità. Questo seppe fare Armida Barelli in un periodo critico della vita italiana».
Maria Sticco, con l’arte della narrazione che le era propria e in forza di un’attenta ricostruzione storica, ci ha lasciato il ritratto vivido di una donna che – come scrive mons. Claudio Giuliodori nella prefazione – dovremmo considerare una sorta di «sorella maggiore» d’Italia.
Nata nell’età umbertina, nel 1882, e scomparsa nel 1952, Ida – come la chiamavano gli amici – è stata una donna coraggiosa, dinamica, creativa. La frase guida che la conduce nella sua vita è «mi fido di Te»: espressione di una fede salda, incrollabile, unita a entusiasmo e costanza, che la porta a essere protagonista del rinnovamento del nostro Paese, fautrice attiva del ruolo femminile nella società (fonda nel 1917 la Gioventù Femminile di Azione Cattolica a Milano, diventandone poi presidente nazionale). Con padre Agostino Gemelli dà vita nel 1918 alla casa editrice Vita e Pensiero; nel 1921 all’Università Cattolica; nel 1929 all’Opera della Regalità per avvicinare i laici alla vita liturgica, anticipando il Concilio Vaticano II. È un percorso fatto di viaggi in tutta Italia e in Europa, di amicizie – oltre a Gemelli, ricordiamo la marchesa Teresa Pallavicino e mons. Francesco Olgiati –, di incontri con personaggi di spicco dell’epoca, ma anche con persone semplici, una vera folla di uomini e donne, laici e religiosi. Non mancano le difficoltà e i dolori: lo scioglimento della Gioventù Femminile imposto dal regime fascista; la morte di papa Pio XI nel 1939, il pontefice paterno; la Seconda guerra mondiale e il bombardamento del 1943 su Milano che distrugge non solo la sua casa, ma anche parte dell’Università Cattolica; fino alla malattia che dal 1949, gradualmente, le toglie la voce. Tra i due secoli, dalle inquietudini di fine Ottocento ai problemi dell’Italia moderna, industrializzata e democratica della metà del Novecento, Armida Barelli «si prodigò senza misura nell’azione, perché mossa da un Amore senza misura».

Biografia dell'autore

Maria Sticco (1891-1984), stretta collaboratrice di Armida Barelli con la quale diresse la rivista per la Gioventù femminile «Fiamma Viva», è stata docente di Letteratura italiana dell’Università Cattolica. Autrice di numerose opere di largo successo nel Novecento, come Il dovere e il sogno o la biografia di San Francesco e Santa Chiara d’Assisi, si specializzò in quest’ultimo genere, distinguendosi per uno stile vivace e la capacità di cogliere la psicologia individuale dei personaggi narrati. A questo riguardo spicca il ritratto di Agostino Gemelli, con il quale collaborò assiduamente. Direttrice della rivista «Vita e Pensiero» dal 1962 al 1967, nel 1975 Paolo VI la insignì della croce pro Ecclesia et Pontefice, a riconoscimento dell’attività svolta presso l’Ateneo. Nello stesso anno le fu conferita, con decreto del presidente della Repubblica, la medaglia d’oro dei benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte.

Tempi: Armida, la pasionaria della Cattolica che mobilitò milioni di donne (C. Giojelli)
pubblicato il: 20-06-2021
Articoli che parlano di Armida Barelli:
Armida Barelli e il miracolo del Sacro Cuore   (La nostra storia)
Ad Armida Barelli, prima amministratrice di Vita e Pensiero presto beata, si deve l'intitolazione dell'Università Cattolica al Sacro Cuore, la storia.

News

19.07.2021
PRENDIAMOCI IL TEMPO
Di indugiare, spegnere i cellulari, ascoltarci, riposare, leggere... i nostri consigli per l'estate 2021!
19.07.2021
Gli adolescenti? Meravigliosi, ma con le giusta opportunità
Attivisti o sdraiati? Lo abbiamo chiesto a Elena Marta, Paola Bignardi e Sara Alfieri, curatrici della ricerca "Adolescenti e partecipazione".
15.07.2021
Il cinema americano a Bologna
Il 22 luglio al festival "Cinema ritrovato" di Bologna presentazione del libro di Federico Di Chio "Il cinema americano in Italia".
06.07.2021
La riforma della giustizia
È urgente parlare di giustizia e di come farla funzionare meglio: lo raccontano Giovanni Canzio e Francesca Fiecconi nell'intervista su Repubblica.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento