Armida Barelli. Una donna fra due secoli

Armida Barelli

Armida Barelli
Titolo Armida Barelli
Sottotitolo Una donna fra due secoli
autore
introduzione
prefazione ,
Argomenti Storia Storia contemporanea
Collana Varia. Saggistica
Formato Libro
Pagine 776
Pubblicazione 2021
ISBN 9788834344651
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni

«C’è chi si attacca come un’ostrica al passato, e lo ripete o lo rimpiange, condannandosi ad essere superato; c’è chi si getta a capofitto nel nuovo, rischiando di perdersi; c’è chi nel presente coglie l’aspetto dell’eterno, uno sviluppo imprevisto del grano di senape, e lo sollecita, contribuendo al progresso vero dell’umanità. Questo seppe fare Armida Barelli in un periodo critico della vita italiana».
Maria Sticco, con l’arte della narrazione che le era propria e in forza di un’attenta ricostruzione storica, ci ha lasciato il ritratto vivido di una donna che – come scrive mons. Claudio Giuliodori nella prefazione – dovremmo considerare una sorta di «sorella maggiore» d’Italia.
Nata nell’età umbertina, nel 1882, e scomparsa nel 1952, Ida – come la chiamavano gli amici – è stata una donna coraggiosa, dinamica, creativa. La frase guida che la conduce nella sua vita è «mi fido di Te»: espressione di una fede salda, incrollabile, unita a entusiasmo e costanza, che la porta a essere protagonista del rinnovamento del nostro Paese, fautrice attiva del ruolo femminile nella società (fonda nel 1917 la Gioventù Femminile di Azione Cattolica a Milano, diventandone poi presidente nazionale). Con padre Agostino Gemelli dà vita nel 1918 alla casa editrice Vita e Pensiero; nel 1921 all’Università Cattolica; nel 1929 all’Opera della Regalità per avvicinare i laici alla vita liturgica, anticipando il Concilio Vaticano II. È un percorso fatto di viaggi in tutta Italia e in Europa, di amicizie – oltre a Gemelli, ricordiamo la marchesa Teresa Pallavicino e mons. Francesco Olgiati –, di incontri con personaggi di spicco dell’epoca, ma anche con persone semplici, una vera folla di uomini e donne, laici e religiosi. Non mancano le difficoltà e i dolori: lo scioglimento della Gioventù Femminile imposto dal regime fascista; la morte di papa Pio XI nel 1939, il pontefice paterno; la Seconda guerra mondiale e il bombardamento del 1943 su Milano che distrugge non solo la sua casa, ma anche parte dell’Università Cattolica; fino alla malattia che dal 1949, gradualmente, le toglie la voce. Tra i due secoli, dalle inquietudini di fine Ottocento ai problemi dell’Italia moderna, industrializzata e democratica della metà del Novecento, Armida Barelli «si prodigò senza misura nell’azione, perché mossa da un Amore senza misura».

Biografia dell'autore

Maria Sticco (1891-1984), stretta collaboratrice di Armida Barelli con la quale diresse la rivista per la Gioventù femminile «Fiamma Viva», è stata docente di Letteratura italiana dell’Università Cattolica. Autrice di numerose opere di largo successo nel Novecento, come Il dovere e il sogno o la biografia di San Francesco e Santa Chiara d’Assisi, si specializzò in quest’ultimo genere, distinguendosi per uno stile vivace e la capacità di cogliere la psicologia individuale dei personaggi narrati. A questo riguardo spicca il ritratto di Agostino Gemelli, con il quale collaborò assiduamente. Direttrice della rivista «Vita e Pensiero» dal 1962 al 1967, nel 1975 Paolo VI la insignì della croce pro Ecclesia et Pontefice, a riconoscimento dell’attività svolta presso l’Ateneo. Nello stesso anno le fu conferita, con decreto del presidente della Repubblica, la medaglia d’oro dei benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte.

L'Osservatore Romano: Quando sbottò: «Non sono la Polonia!» (di G. Cerro)
pubblicato il: 22-09-2021
Avvenire: Riscoprire Armida Barelli, una vita per l'evangelizzazione (di A. Galli)
pubblicato il: 31-08-2021
Tempi: Armida, la pasionaria della Cattolica che mobilitò milioni di donne (C. Giojelli)
pubblicato il: 20-06-2021
Articoli che parlano di Armida Barelli:
Barelli: “gli occhi birichini” e la Gioventù Femminile Cattolica   (La nostra storia)
Un'anteprima dalla biografia di Armida Barelli che racconta la nascita della Gioventù Femminile Cattolica a Milano.
Armida Barelli e il miracolo del Sacro Cuore   (La nostra storia)
Ad Armida Barelli, prima amministratrice di Vita e Pensiero presto beata, si deve l'intitolazione dell'Università Cattolica al Sacro Cuore, la storia.

News

20.10.2021
Dante in conclave in Università Cattolica
Mercoledì 3 novembre alle ore 17.00 presentazione del libro di Gian Luca Potestà "Dante in conclave. La Lettera ai cardinali".
05.10.2021
Voci dalle periferie per una nuova Milano
Come ripartire dalle periferie? Ne abbiamo parlato insieme a Marisa Musaio, curatrice del recente volume "Ripartire dalla città".
06.10.2021
La metafisica diventa piccola e illumina l’umano
Intervista a Silvano Petrosino, il filosofo autore di "Piccola metafisica della luce. Una teoria dello sguardo".
05.10.2021
Maryanne Wolf a Milano
Maryanne Wolf torna a Milano il 25 ottobre in occasione dei cento anni dell'Università Cattolica.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento