Il tuo browser non supporta JavaScript!

L'altra libertà

L'altra libertà
titolo L'altra libertà
sottotitolo Saggio su Georg Simmel
autore
argomenti Società, media, famiglia, lavoro Sociologia
collana Ricerche. Sociologia
formato Libro
pagine 342
pubblicazione 2011
ISBN 9788834321119
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni
Il volume rivisita il pensiero di Georg Simmel (1858-1918) sulla libertà. Acuto interprete di un’epoca che ha conosciuto un’accelerazione grandiosa al cammino di libertà dell’uomo e, al contempo, drammatiche involuzioni, il pensatore tedesco, all’interno di un originale approccio epistemologico contrassegnato dalla circolarità tra idea ed esperienza, pone la questione della libertà nei termini di un passaggio obbligato per le scienze sociali: le relazioni, i modelli e le forme di vita organizzata si sviluppano infatti attorno a un certo immaginario della libertà. Non a caso, quest’ultima costituisce una sorta di fil rouge che attraversa tutti gli scritti di Simmel, dall’ampia opera giovanile – Einleitung in die Moralwissenschaft – fino al frammento consegnato all’editore nello stesso mese della sua morte dal significativo titolo Über Freiheit. La stessa sociologia simmeliana si pone come scienza della libertà relazionale: l’analisi della libertà si intreccia strettamente con quella del rapporto individuo-società, dentro un’affascinante prospettiva dialettica di co-originarietà e reciprocità tra l’individuale e il sociale, fuori da visioni deterministiche, meccanicistiche e individualizzanti. Nella sua ricerca di «come possa l’io individuale conservare il suo valore particolare, senza allo stesso tempo sprofondare nell’instabilità del soggettivismo», Simmel pone attenzione alla visione antropologica sottostante un’epoca, rivisitando la nozione di soggettività.
La nostra «libertà individuale non è la pura determinazione interna di un soggetto isolato, ma un fenomeno di relazione»: essa si delinea unicamente dentro la nostra risposta a un Tu, a un mondo sociale, alla vita. In tal senso, la libertà viene compresa tra le categorie della morale, la quale descrive il radicamento dell’uomo nella relazione, poiché è anzitutto una responsabilità. Il pensiero simmeliano collocato al confine (tra sociologia, antropologia e riflessione filosofica) e disposto a immergersi nel mistero impuro della libertà – una sfida più grande di noi e del nostro pensiero – continua a offrire un prezioso contributo per la comprensione della condizione umana contemporanea, delle sue sofferenze e urgenze. Simmel ci insegna che, per comprendere ogni tempo e per cimentarsi nell’arte di costruire qualcosa che non eluda la domanda di senso per sé e per gli altri, occorre partire proprio da qui: da un’analisi critica dell’immaginario della libertà.

Biografia dell'autore

Monica Martinelli è ricercatrice presso la Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano. Ha tradotto in italiano e curato la pubblicazione del testo di G. Simmel, Frammento sulla libertà (2009). Si occupa delle trasformazioni sociali contemporanee: a tale proposito ha pubblicato, tra l’altro: Dentro e oltre il post-fordismo (2002); Il legame incrinato (2003). Ha coordinato l’équipe di ricerca Caritas Italiana-Università Cattolica sulle periferie italiane (La città abbandonata, a cura di M. Magatti, 2007) e collaborato alla fase successiva di progettazione sociale partecipata all’interno dei quartieri urbani studiati (Animare la città, 2010).

News

02.04.2020
IL SEGNO DELLE CHIESE VUOTE
Dopo "Il potere della speranza" di mons. Tolentino, un nuovo ebook gratuito: "Il segno delle chiese vuote. Per una ripartenza del cristianesimo" del praghese Tomáš Halík.
21.03.2020
IL POTERE DELLA SPERANZA
In dono un piccolo prezioso ebook di Tolentino Mendonça, per questo preoccupante tempo dell'epidemia. Insieme l'invito a un sostegno al Policlinico Gemelli e a Teen Immigration.
12.03.2020
Avviso ai lettori: le spedizioni proseguono
La casa editrice è regolarmente operativa in modalità smartworking, qui qualche avvertenza ai lettori.
14.02.2020
La fuga dei cervelli nel mondo antico
Una storia raccolta nel volume "Migranti e lavoro qualificato nel mondo antico": intervista ai curatori Cinzia Bearzot, Franca Landucci e Giuseppe Zecchini.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane