Il tuo browser non supporta JavaScript!

Federico Borromeo e l'Ambrosiana

Federico Borromeo e l'Ambrosiana
titolo Federico Borromeo e l'Ambrosiana
sottotitolo Arte e Riforma cattolica nel XVII secolo a Milano
autore
argomenti Religione e spiritualità Storia religiosa
Storia Storia religiosa
collana Arti e Scritture, 9
formato Libro
pagine 476
pubblicazione 1997
ISBN 9788834326695
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 36,15
Il 28 aprile 1618 Federico Borromeo donava la sua collezione di quadri, disegni, stampe e sculture alla costituenda Pinacoteca Ambrosiana. Riformatore ecclesiastico, autore di scritti sull’arte sacra, collezionista e protettore di pittori come Caravaggio e Jan Brueghel dei Velluti, il cardinale, arcivescovo di Milano, dava così forma al progetto dell’Ambrosiana, comprendente una biblioteca, un museo e un’accademia di belle arti che due anni dopo avrebbe aperto i battenti. Questa istituzione tripartita sarebbe stata preposta, nella diocesi, alla riforma della cultura religiosa e delle arti in conformità con i decreti del Concilio di Trento. Così, in un periodo complesso e tormentato come quello tra il Cinquecento e il Seicento, l’Ambrosiana appare non solo indicativa della pastorale borromaica – sintesi di spiritualità cristiana, cultura laica e impegno storico –, ma anche illuminante su aspetti talora trascurati del rapporto fra pensiero religioso e arte. È quanto emerge nello studio di Pamela M. Jones che, proprio attraverso il «caso Borromeo», suggerisce una rinnovata comprensione dell’età post- tridentina e del contributo offerto dai riformatori italiani allo sviluppo delle arti figurative. In contrasto con l’immagine di una teologia cupa e rigida, spesso associata a questo periodo, il programma di rinnovamento culturale promosso dal Borromeo e la sua concezione dell’arte sacra attestano infatti una spiritualità ottimistica, ben visibile nella scelta delle opere acquistate o commissionate per il Museo Ambrosiano. Tali le linee portanti di una ricerca rigorosa ma piana, condotta su fonti di prima mano – documenti, lettere, scritti di Borromeo sull’arte, sulla preghiera, sulla storia. Un’ampia appendice e un catalogo ragionato ripercorrono inoltre lo sviluppo cronologico del museo e i rapporti di Federico con artisti, agenti e mecenati. Come nella pastorale borromaica, dunque, spiritualità, cultura e concretezza storica, sono elementi inscindibili in questa lettura multidisciplinare di una delle istituzioni culturali più prestigiose d’Italia.

Biografia dell'autore

Pamela M. Jones è Assistant Professor di Storia dell’arte all’Università del Massachusetts, Boston. Specialista di arte barocca, l’autrice ha pubblicato articoli in vari periodici, tra i quali «The Art Bulletin», «The Burlington Magazine» e «Studies in the History of Art».

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

19.05.2020
IL MONDO FRAGILE DOPO LA PANDEMIA
L'ebook gratuito "Il mondo fragile" curato da Raul Caruso e Damiano Palano cerca di ragionare sulle ricadute che lo shock globale del Covid-19 potrebbe avere a livello politico economico.
15.05.2020
L'ALTRO VIRUS
È dedicato alla comunicazione e alla disinformazione al tempo del Covid-19 il nuovo ebook gratuito, a cura di Marianna Sala e Massimo Scaglioni.
14.05.2020
Premio letterario a Luigino Bruni
Il libro "Il capitalismo e il sacro" di Luigino Bruni vince la prima edizione del Premio letterario istituito dagli Ambasciatori presso la Santa Sede.
01.05.2020
LE REGOLE E LA VITA
Il buon uso di una crisi tra letteratura e diritto è il tema del nuovo ebook gratuito curato da Gabrio Forti e creato dall'Alta Scuola Federico Stella.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane