Il tuo browser non supporta JavaScript!

Periferie dell’Occidente

Periferie dell’Occidente
titolo Periferie dell’Occidente
sottotitolo Italia e Sudafrica nell'ordine liberale 1795-1996
autore
argomenti Storia
Politica
collana Relazioni internazionali e scienza politica. ASERI, 61
formato Libro
pagine 176
pubblicazione 2019
ISBN 9788834334188
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 20,00
Spedito in 3 giorni

Considerati spesso come casi ‘eccezionali’ o ‘devianti’ dagli studiosi di politica e di sto­ria comparata, Italia e Sudafrica si prestano in realtà a diversi parallelismi. Investiti dal vento delle Rivoluzioni atlantiche durante le guerre napoleoniche, unificati sulla base di progetti liberal-nazionali che prendono forma nell’Otto­cento, entrambi i Paesi incorporano nei propri confini un ‘centro’ integrato con le economie dell’Occidente avanzato e una ‘periferia’ arre­trata, intrappolata in una posizione dipendente e ausiliaria. Questione meridionale e questione nativa contribuiscono a spiegare perché, nel corso del Novecento, Italia e Sudafrica siano diventati dapprima la patria del fascismo e della segregazione razziale e successivamente il teatro di una ‘democrazia bloccata’ legata a doppio filo agli equilibri della Guerra fredda.
Negli ultimi decenni, la concorrenza asiatica e la pressione dal Sud del mondo hanno rimes­so in discussione l’appartenenza di queste due ‘periferie dell’Occidente’ al club delle economie più sviluppate, ma hanno rivelato anche nuo­ve potenzialità: da un lato, la prospettiva dei ‘margini’ consente di leggere in anticipo la dire­zione in cui sta muovendosi il sistema globale; dall’altro la prossimità con l’Africa si presta a immaginare una funzione di collegamento e di mediazione tra l’Europa e la regione del mondo oggi con il maggiore potenziale di crescita.

Biografia dell'autore

Rocco W. Ronza ha conseguito il dottorato di ricerca in Sociologia e ricerca sociale presso l’Uni­versità degli studi di Trento e la laurea in Scienze politiche presso l’Università Cattolica di Milano, dove oggi è membro del Dipartimento di Scienze politiche e docente di Geoeconomia e Politiche e multilinguismo presso la Facoltà di Scienze linguistiche e di Politica africana presso l’ASERI. Ricercatore associato del Programma Africa dell’ISPI di Milano, commenta regolarmente l’attualità dei paesi dell’Africa australe per riviste e canali radio-televisivi in Italia e nella Svizzera italiana. Socio della South African Association of Political Studies,dal 2001 è stato più volte visiting researcherpresso l’Università di Stellenbosch. I suoi saggi sulla politica e sulla storia del Sudafrica sono comparsi su «Rivista Italiana di Scienza Politica» e «Stato e Mercato». Tra i suoi interessi di ricerca, la politica del multilinguismo e la storia urbana, osservate in una prospettiva geostorica, compa­rativa e transnazionale.

News

02.09.2019
Primo Levi, una questione di giustizia
A cento anni dalla nascita di Primo Levi reading de "I giusti" con commenti di Forti, Mazzuccato, Cavaglion, Santerini e Assael.
15.10.2019
Il coraggio della bontà
Sabato 16 novembre al Museo della Scienza dialogo tra il filosofo catalano Josep Maria Esquirol e Alessandro D'Avenia sul tema della bontà.
09.10.2019
Bookcity 2019: la lettura come bene comune
Torna a novembre l'appuntamento della città di Milano con i libri. Scopri tutti gli eventi Vita e Pensiero e gli ospiti che ci terranno compagnia in questa edizione.
05.11.2019
Oltre le stelle: l'umano
Intervista al filosofo Silvano Petrosino, autore del libro "Il desiderio. Non siamo figli delle stelle", un percorso tra astri e dis-astri dell'umano.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane