Il tuo browser non supporta JavaScript!

Congresso di Vienna e principio di legittimità

Congresso di Vienna e principio di legittimità
titolo Congresso di Vienna e principio di legittimità
sottotitolo La questione del Sovrano Militare Ordine di San Giovanni Gerosolimitano, detto di Malta
autore
argomenti Religione e spiritualità Storia religiosa
Storia Storia contemporanea, Storia religiosa
collana Strumenti. Storia
formato Libro
pagine 160
pubblicazione 2007
ISBN 9788834314227
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 14,00
Il Principato maltese, che Carlo V, Imperatore del Sacro Romano Impero, nel 1530 aveva concesso in feudo all’Ordine di San Giovanni Gerosolimitano, già detto dei Cavalieri di Rodi, cadeva nelle mani di Napoleone Bonaparte nel 1798. La storia dell’Ordine di San Giovanni si scindeva da quella dell’arcipelago mediterraneo che aveva costituito il suo Stato per duecentosessantotto anni e che, cacciati gli occupanti francesi, sarebbe poi rimasto sotto l’egida britannica. Finita la temperie napoleonica, lo spirito restauratore del Congresso di Vienna riconobbe i Plenipotenziari inviati dal Luogo-tenente dell’Ordine, ma un ‘silenzio inatteso’ avrebbe deluso le aspettative legittimiste del più antico degli ordini crociati. La sua richiesta al Congresso, non più della restaurazione nell’ormai inglese Malta ma dell’assegnazione di una nuova sede in un’isola del Mediterraneo, incontrò l’ambiguità del Principe di Talleyrand, l’atteggiamento indifferente, a tratti scostante, dei ministri britannici, la freddezza dello Zar Alessandro I e l’impossibilità ad agire del Principe di Metternich.

Biografia dell'autore

Umberto Castagnino Berlinghieri, laureato in Giurisprudenza, ha conseguito il dottorato di ricerca in Istituzioni e Organizzazioni presso l’Università Cattolica di Milano. Svolge attività didattica e di ricerca presso la cattedra di Storia delle Relazioni e delle Istituzioni Internazionali nella Facoltà di Scienze Politiche del medesimo ateneo.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane