Il tuo browser non supporta JavaScript!

Barocco e classicismo

Barocco e classicismo
titolo Barocco e classicismo
autore
argomenti Arte e beni culturali Storia dell'arte
Storia Storia moderna
collana Arti e Scritture, 11
formato Libro
pagine 452
pubblicazione 1998
ISBN 9788834325131
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 28,50
Spedito in 3 giorni
Affermatosi da tempo come un classico, Baroque et classicisme (1957) rappresenta anzitutto un «risanamento della prospettiva storica»: mentre restituisce al controverso concetto di barocco il profilo che storicamente gli compete, aiuta a configurare una diversa e più autentica comprensione dell’Europa moderna, ben evidenziando i limiti di letture e percezioni troppo spesso dominate, nella sensibilità comune così come nell’insegnamento e nella ricerca, da un sostanziale pregiudizio. Analizzate nelle loro componenti economiche, sociali, spirituali e nelle reciproche interazioni, le categorie estetiche di barocco e classicismo assumono carne e vita, in una visione della storia dell’arte il cui principale merito risiede nella capacità di sintesi. Nel panorama di studi che sempre più tendono a ripiegare sul particolare e sulle anomalie, Tapié offre un tentativo di lettura unitario del cosmo artistico, culturale e sociale dell’Europa seicentesca, prendendo le distanze da precomprensioni tradizionalmente legate alla critica dell’Ancién Regime. Dell’età barocca egli sottolinea le eredità (il rapporto con il Rinascimento, la Roma papale come prototipo di corte barocca), le forti radici strutturali, la dimensione di coralità, destinata a riverberarsi fin nelle più appartate province rurali e nelle terre del Nuovo Mondo, l’intimo legame con il mondo asburgico-mediterraneo e la tradizione cattolica. Riplasmata attraverso i fermenti della Controriforma, la Chiesa di Roma (di Madrid, di Vienna, dell’Europa danubiana ricattolicizzata) contribuì infatti in maniera significativa al rinnovamento del volto di una società intera, mostrando che non solo dal Nord, dal fiume della Riforma e dalla rottura della tradizione medievale, poteva venire l’impulso decisivo per il delinearsi della modernità.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

17.02.2020
Il lettore nell'epoca digitale
Dal 2 al 16 marzo un ciclo di incontri dedicato al lettore al Palazzo Ducale di Genova con Petrosino, Esquirol, Ossola, Affinati, Sequeri. Tolentino.
14.02.2020
La fuga dei cervelli nel mondo antico
Una storia raccolta nel volume "Migranti e lavoro qualificato nel mondo antico": intervista ai curatori Cinzia Bearzot, Franca Landucci e Giuseppe Zecchini.
14.02.2020
La politica all'epoca del digitale: non c'è tempo
Anteprima del saggio di Sonia Lucarelli che analizza fondamenta, evoluzione e crisi dell’ordine liberale di fronte alle nuove sfide: digitale in primis.
06.02.2020
George Steiner: un incontro indimenticabile
Il 3 febbraio si è spento il grande critico Steiner, nostro ospite nel 2012 per "Il libro dei libri".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane