Il tuo browser non supporta JavaScript!

Forme di mondo

Forme di mondo
titolo Forme di mondo
autore
argomenti Filosofia Filosofia teoretica, Metafisica e storia della metafisica
collana Metafisica e storia della metafisica, 28
formato Libro
pagine 352
pubblicazione 2004
ISBN 9788834319673
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 30,00
Spedito in 3 giorni
L’idea di mondo attraversa il linguaggio quotidiano. Se ne parla come dell’insieme delle cose e dei viventi; per analogia si dice d’un ‘mondo dei valori’ o d’un ‘mondo dell’arte’, dei ‘sentimenti’ e delle ‘passioni’. Se ne parla pure come del ‘regno dei fini’ o, in negativo, come del ‘mondo del male’ o ancora, nell’accezione neotestamentaria, come del saeculum che ha voltato le spalle a Dio. La diversità di questi modi implica un senso comune, sicché dicendo ‘mondo’ si allude a un insieme di cose o eventi omogenei, reciprocamente dati secondo un proprio, intimo coerire. Ma, quando pensiamo al mondo come alla totalità delle cose che sono e che possono essere, non siamo già portati a una lettura più radicale, metafisica o, se si vuole, trascendentale della ‘mondità’? In questo senso si può rintracciare un filo rosso nella storia del pensiero, soprattutto nel percorso che, a partire da Kant, delinea l’idea di mondo in senso trascendentale. Eppure va ricordato che le premesse del pensiero moderno e contemporaneo, anche a questo riguardo, muovono da lontano, nella linea che corre da Eraclito a Platone, sino a Plotino.
Attorno a questo tema, tanto seducente quanto complesso, discutono, nel presente volume, studiosi di diverso orientamento. Essi coprono un ampio arco di riferimenti, fra i più significativi per una riflessione sulla considerazione metafisica e trascendentale dell’idea di mondo: da Eraclito a Plotino, da Leibniz a Kant e a Hegel, sino ai protagonisti del pensiero contemporaneo. Ritornano così i grandi nomi della scuola fenomenologica: Husserl, Heidegger, Fink, Patocka, Merleau-Ponty. E, su versanti diversamente orientati ma non sempre difformi, quelli di James, Schütz, Habermas, Bloch.

Sommario

Introduzione
di Virgilio Melchiorre da pagina: 7 pagine: 9 Scarica
Il mondo come idea trascendentale
di Virgilio Melchiorre da pagina: 19 pagine: 31 € 6,00
Verità del mondo. Senso dell’essere e questione del mondo in Plotino
di Enrico Peroli da pagina: 51 pagine: 40 € 6,00
Leibniz: un mondo armonico?
di Roberto Diodato da pagina: 91 pagine: 24 € 6,00
L’idea di mondo in Kant
di Silvestro Marcucci da pagina: 115 pagine: 15 € 6,00
Hegel, l’argomento ontologico e l'ateismo del mondo etico
di Stefano Semplici da pagina: 131 pagine: 21 € 6,00
Husserl e il mondo della vita
di Elio Franzini da pagina: 153 pagine: 16 € 6,00
L’aprirsi del mondo e il linguaggio in Heidegger
di Vincenzo Costa da pagina: 169 pagine: 26 € 6,00
I luoghi dell’umano: mondo e "mondi possibili" in Eugen Fink
di Luca Bisin da pagina: 195 pagine: 47 € 6,00
La carne e il mondo in Merleau-Ponty
di Sandro Mancini da pagina: 243 pagine: 30 € 6,00
Mondo, azione e storia in Jan Patoc?ka
di Vincenzo Costa da pagina: 273 pagine: 30 € 6,00
Un mondo di mondi. Tra William James, Alfred Schütz e Jürgen Habermas
di Romeo Bodei da pagina: 303 pagine: 17 € 6,00
Il mondo utopico di Ernst Bloch
di Gerardo Cunico da pagina: 321 pagine: 29 € 6,00

Biografia dell'autore

Virgilio Melchiorre è nato a Chieti nel 1931. Ha insegnato Filosofia morale presso l’Università di Venezia e presso l’Università Cattolica di Milano, ove ha anche ricoperto la cattedra di Filosofia teoretica. Nei suoi studi si è occupato di Kierkegaard, Kant, Hegel, Marx, Gramsci, Mounier, Maritain, Husserl, Heidegger, Maréchal. Sul piano teoretico la sua ricerca è volta a coniugare il metodo della fenomenologia trascendentale con i grandi temi della metafisica classica. Fra i suoi scritti più recenti si possono ricordare: Essere e parola, Vita e Pensiero, Milano 1993; Corpo e persona, Genova 1987; Studi su Kierkegaard, Genova 1998; Analogia e analisi trascendentale. Linee per una nuova lettura di Kant, Milano 1991 (opera insignita del Premio Mursia per la cultura e la ricerca scientifica); Figure del sapere, Vita e Pensiero, Milano 1994; La via analogica, Vita e Pensiero, Milano 1996; Creazione, creatività, ermeneutica, Brescia 1997; Al di là dell’ultimo, Vita e Pensiero, Milano 1998; I segni della storia, Ghezzano La Fontina 1998; Sulla speranza, Brescia 2000; Ethica, Genova 2000; Dialettica del senso, Vita e Pensiero, Milano 2002.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane